Maira SpA Informa

Questa volta sono i BIM a drenare maggiori risorse finanziarie dagli operatori idroelettrici, con un robusto aumento dei sovracanoni che per MAIRA SpA determina un delta costo annuo di oltre 20.000 Euro. Positivo che si tratti di risorse che rimangono sui territori dove l’attività idroelettrica è presente fisicamente, e che BIM del Maira – Azionista di MAIRA SpA – abbia stabilito con la società un accordo di reimpiego dei proventi da canoni con destinazione organica a una progettualità condivisa.

Condividi: